FAIR & UNFAIR PLAYS : RIPARTIRE !!!

| 18 febbraio 2013

 

Fair & Unfair plays” e’ una rubrica la cui essenza è FARE “DENUNCIA” PER CREARE CULTURA SPORTIVA.

In altri termini e’ nostra intenzione dare concreta sistematicita’ all’argomento attraverso le “voci” di chi, come noi, si sforza di valorizzare e sottolineare i comportamenti corretti delle squadre (giocatori e dirigenti) che intendono lo sport come manifestazione sicuramente competitiva ma leale e sana e che soprattutto vivono il triplice fischio finale dell’arbitro come momento definitivo in cui l’agonismo che, logicamente divide, scompare.

Ma, e speriamo di farlo raramente, dare anche la possibilita’ di stigmatizzare e denunciare (anche agli organi federali laddove necessario) eventualmente comportamenti “anomali”, minacciosi, ingiuriosi, violenti e antisportivi verificatisi sia in campo che fuori .

Compito arduo, ma partiamo da un concetto che deve accompagnarci sempre, nello sport come nella vita: agire lascia il segno !!

E questo nostro costante richiamo al fair play e’ il segno che dobbiamo ricordarci di metterlo in campo perche’ ce ne siamo dimenticati. Richiamare un valore significa che quel valore si sta smarrendo !!!

Curata da Pasquale Migliore, la rubrica dà quindi l’opportunità a tutti i dirigenti delle squadre militanti nel girone B del campionato di serie C2 di calcio a 5 di segnalare le, speriamo, tantissime testimonianze di “fair plays” nelle gare della giornata disputata durante il week end ma lascia aperta la sua porta anche alle segnalazioni delle “unfair plays”

Durante il week end, infatti, ogni dirigente delle compagini militanti nel nostro girone potrà inviare la propria segnalazione alla casella postale unitedcoloursofutsal@gmail.com oppure scriverci direttamente nella sezione CONTATTI del nostro sito www.unicof.it che leggera’ poi , sistematicamente ogni lunedì, nella news della relativa rubrica .

Il nostro augurio è che questa piccola iniziativa dal grande valore sportivo ci aiuti a far prevalere la cultura del competere per mettersi alla prova sulla cultura della vittoria a ogni costo.

Primi, elementari, ma tuttavia sostanziali passi per essere persone migliori anche nella vita !!

RIPARTIRE

Ripartire.  Spesso ci facciamo stritolare dai nostri pensieri negativi, ci trasciniamo da soli in un baratro di negatività generata da un periodo no o da una situazione inattesa.

Dobbiamo trasformare la rabbia generata dalla negatività in una sensazione viscerale di riscatto. È un esercizio difficile, ma è quello che da napoletani siamo più abituati a praticare. Non parlo del campo sportivo, ma della nostra forza di riemergere da situazioni di difficoltà, parlo della nostra pelle indurita da una città sempre più dura, che mette alla prova anche le schiene callose di chi si rialza dalle frustate subite.

Ripartire è riscatto, è fiducia in sé ed è speranza che domani sia più semplice, ripartire è un obbligo per chi, come noi, non ha tempo di aspettare che la soluzione piova dal cielo, o che ci sia un’istituzione ad agevolarci!

Nello sport non è diverso, anzi nello sport la necessità del riscatto e l’impossibilità di crogiolarsi nella negatività sono più evidenti, perché passano per incontri, classifiche, allenamenti ed è anche più facile vedere il frutto dei propri sforzi.

Quindi prima si riparte meglio è.

Sembra il solito discorso trito e ritrito, ma reagire subito ad uno smacco sportivo è una validissima preparazione agli smacchi che, immancabilmente,  dobbiamo subire nella nostra vita. L’abitudine a lottare, è sopravvivenza, è darwiniana certo ma è napoletanissima. In fondo siamo scugnizzi, non più vestiti di stracci e costretti ad una vita randagia, ma con la stessa determinazione a  contendere all’oggi l’attesa di una domani migliore.

Per questo ci credo. Per questo so che ripartiremo.

Ad maiora

Category: "FAIR & UNFAIR PLAYS"

About the Author ()

Comments are closed.